Luxman L-590AXII, La musica con la A maiuscola

2 maggio 2017
Luxman L-590AXII, La musica con la A maiuscola
Amplificazione
0

Uno scambio tra quantità e qualità, dove ad un numero relativamente contenuto di watt corrisponde una qualità generale elevatissima, ma soprattutto la certezza delle prestazioni sonore della Classe A per l’integrato top di gamma di Luxman

Quattro amplificatori integrati nel  catalogo Luxman, dove l’L-590AXII  che vi presentiamo è il top di gamma.  Una piccola serie che permette di fare le  proprie scelte in base alle esigenze di watt e  tipologia di amplificazione, oltre che al budget  a disposizione: due di questi amplificatori  sono in Classe A/B (L-505uX e L-507uX) e due  in Classe A (L-550AXII e L-590AXII).

La scelta  principale che l’appassionato si trova di fronte  a questi quattro prodotti è, quindi, legata  alla potenza e alla tipologia di questi watt: in  questo senso è curioso notare che il modello  maggiore dei due in Classe A/B e quello  minore dei due in Classe A hanno lo stesso  prezzo di listino di 5.990 euro. Quindi: più watt  o un suono più raffinato

Stile e concretezza, come da tradizione Luxman: l’L-590AXII si fa notare per la cura dei particolari e per i due Vu-Meter ad ago, sempre affascinanti.

CLASSICO MODERNO  E TECNOLOGICO 

Il nuovo L-590AXII prosegue quello che è il  trend stilistico di Luxman, soprattutto quello  che l’azienda ha ripreso negli ultimi anni  che rappresenta una sorta di rinascita e di  riconquista dell’olimpo dell’audio dopo una  parentesi meno brillante. L’amplificatore non  sembra avere ad un primo sguardo forti elementi  visivi, di quelli che catturano lo sguardo  al primo colpo.

In realtà la conquista arriva  successivamente, quando si iniziano a valutare  i singoli elementi, a considerare i comandi  e le connessioni che l’amplificatore mette  a disposizione, a soppesare la qualità strutturale  del telaio e dei vari elementi presenti sul  frontale: siamo di fronte ad un apparecchio  dove la sostanza è nettamente superiore alla  forma, dove le risorse dell’azienda sono state  concentrate verso il risultato sonoro finale.

Lo  potremmo definire un classico moderno, uno  di quei prodotti che hai in casa per anni e ringrazi  sempre il suo stile sobrio abbinato alla  qualità sotto pelle: un amplificatore di questo  livello deve suonare bene, per gli effetti  visivi rivolgersi altrove. A bordo dell’L-590AXII  la sezione di potenza in Classe A, con 2×30  watt su 8 ohm e 2×60 su 4: numeri che possono  sembrare contenuti ma che nella realtà  dei fatti non lo sono nella maggior parte dei  casi.

Potrebbero esserlo nel momento in cui  l’amplificatore è abbinato a diffusori di bassa  efficienza in un ambiente molto grande: in  questa situazione basta rivolgersi ai due più muscolosi L-505uX e L-507uX.

In evidenza, la sezione di alimentazione dell’L-590AXII, con trasformatore di tipo ‘Ultimate Efficiency Power Transformer’ da 615 VA con lo stadio di potenza di tipo triplo-Darlington.

La dotazione di connessioni permette di realizzare intorno a questo amplificatore un sistema anche complesso e articolato volendo: quattro ingressi linea in formato RCA e due in XLR (con possibilità di regolare la fase), un circuito Tape con In e Out, un pre-out e un main in che permettono di utilizzare un secondo finale esterno o di utilizzare lo stadio di potenza e affiancare a questo un preamplificatore esterno.

Da sottolineare l’ingresso per giradischi al quale abbinare una testina MM o MC: i valori sono per il primo di 2.5mV/47kohm, di 0.3mV/100ohm per il secondo. I connettori per i diffusori sono doppi così è possibile un collegamento bi-wire oppure poter collegare due coppie di diffusori; sul pannello anteriore l’uscita per la cuffia. Tutte le regolazioni dell’amplificatore sono possibili direttamente dai comandi sul pannello frontale, in dotazione c’è anche il telecomando.

Chi ha mai utilizzato amplificatori di questo livello non potrà che ricordare con piacere la bella sensazione tattile di questi comandi: elementi meccanici ben lavorati che trasmettono il gran lavoro che c’è dietro, magari lasciamo stare il telecomando per goderci un volume o un controllo che si muove con precisione e solidità.

Anche questo è il piacere di avere un amplificatore di questo livello. La parte più strettamente tecnica dell’L-590AXII non fa altro che confermare il livello elevato già percepito: in modo particolare è da sottolineare la presenza della versione 4.0 dell’ODFN (Only Distortion Negative Feedback) che isola la componente di distorsione e rumore dal segnale per poi applicare un feedback negativo: il risultato diretto è il dato del rapporto segnale/rumore che tocca i 105 dB. Trasformatore di alimentazione di tipo ‘Ultimate Efficiency Power Transformer’ da 615 VA con lo stadio di potenza di tipo triplo-Darlington.

Per il controllo del volume è stata implementata la soluzione del sistema LECUA (Luxman Electric Controlled Ultimate Attenuator) con un percorso del segnale molto lineare e con pochi (e selezionati) componenti così da assicurare un controllo più accurato e un basso livello di rumore. Una ultima nota la merita la coppia di Vu-Meter che caratterizzano il pannello frontale: sostanzialmente sono l’unico elemento visivamente di spicco di questo amplificatore, con il fondo che diventa giallo quando è acceso.

Da amplificatore top di gamma arrivano gli ingressi XLR, la connessione per il phono MM/MC, pre-out e pre-in, i doppi connettori per gli altoparlanti.

Si rischia di rimanere con lo sguardo fisso a contemplare il movimento dolce e preciso dei due aghi meccanici che letteralmente “danzano” a ritmo della musica. Anche questo è un plus di un amplificatore raffinato come l’L-590AXII di Luxman.