Gli invisibili Edge – Amina Edge, i diffusori a impatto zero

8 Dicembre 2018
Gli invisibili Edge – Amina Edge, i diffusori a impatto zero
Diffusori acustici
0

Il cervello umano dedica il 30% dell’attenzione agli stimoli visivi e solo il 2% a quelli uditivi. Un bel problema per dei diffusori acustici. Amina lo risolve grazie alla Vibrational Panel Technology (VPT), una tecnologia che consente di realizzare diffusori del tutto invisibili. Il nostro cervello può così concentrarsi unicamente sull’ascolto


Produttore Amina Technologies Ltd – Regno Unito

Distributore Prase Media Technologies S.p.A. – Tel. 0421/571411 – www.prase.it


C’è qualcosa di mistico nell’invisibilità dei diffusori Amina, nel senso etimologico del termine, che viene dal verbo greco “mùo” e significa “chiudo gli occhi e la bocca, sto in silenzio”.

In questo caso la bocca e il silenzio non c’entrano, ma gli occhi sì: l’invisibilità di questi diffusori non si traduce soltanto in benefici a livello estetico e architettonico, con la scomparsa di componenti che non sono mai andati troppo d’accordo con l’arredamento domestico.

Si traduce anche e forse soprattutto nell’approdo, da parte dell’ascoltatore, a stati non ordinari della coscienza, a una sorta di esperienza mistica.

Amina Technologies, il produttore, la descrive così: «Con il 30% dell’energia del cervello dedicata agli stimoli visivi e solo il 2% a quelli uditivi è chiaro che il modo in cui “vediamo” il suono ha un largo impatto sul modo in cui lo percepiamo. Eliminando l’aspetto estetico, è possibile focalizzarsi pienamente sulla forma artistica del suono così come era stata concepita».

E c’è dell’altro: la tecnologia su cui gli invisibili Amina si basano, denominata Vibrational Panel Technology (VPT), fa sì che il funzionamento di questi trasduttori si discosti alquanto da quello dei convenzionali altoparlanti a cono per avvicinarsi al funzionamento degli strumenti musicali; i pannelli vibranti Amina diffondono il suono in maniera analoga a quella delle tavole armoniche di violini e chitarre, producendo un campo a 180° omogeneo che viene percepito nello stesso modo da tutti gli ascoltatori, quale che sia la loro posizione nella sala; tale omogeneità è garantita in ogni scenario sonoro, dalla musica di sottofondo a quella ad alto impatto, dalla riproduzione stereo all’home theater.

Poi c’è anche il fattore estetico, certamente: gli invisibili Amina riducono l’impatto architettonico all’interno delle nostre case hi-tech, sempre più piene di dispositivi dal look eterogeneo.

UNA TECNOLOGIA COMMISSIONATA DAL MINISTERO DELLA DIFESA BRITANNICO

La Vibrational Panel Technology è stata sviluppata all’inizio degli anni ’80 (del secolo scorso, s’intende) durante esperimenti sull’audio immersivo commissionati dal Ministero della Difesa britannico.

Invece di muoversi a mo’ di pistone, come gli altoparlanti convenzionali, i pannelli VPT vibrano generando complesse serie di forme d’onda a fase incoerente, vale a dire che queste forme interagiscono in modo costruttivo con le riflessioni della sala d’ascolto, generando un campo sonoro privo delle colorazioni tipiche dei diffusori convenzionali a fase diretta.

Amina Technologies utilizza questa tecnologia per produrre due linee di diffusori invisibili denominate rispettivamente Edge e Mobius, la prima concepita per il montaggio su pannelli di cartongesso, la seconda per pareti realizzate nei materiali più diversi, inclusi il legno, la pelle, la roccia naturale, i laminati e persino l’intonaco fonoassorbente.

I DUE MODELLI DELLA SERIE EDGE

In questo articolo ci occuperemo unicamente della serie Edge, costituita da due modelli: l’Edge5 e l’Edge7. Derivati dalle pluripremiate serie Evolution e Mobius, gli Edge sono progettati per essere montati su pannelli in cartongesso dove, una volta nastrati e fissati, possono essere verniciati fino a scomparire alla vista; è possibile…

L’articolo completo è disponibile su HC #81 in edicola  o su abbonamento >>>