Il suono multicanale che ti sorprende. SONY HT-XF9000 / Soundbar 2.1

6 luglio 2018
Il suono multicanale che ti sorprende. SONY HT-XF9000 / Soundbar 2.1
In edicola
0

Sony propone una soundbar evoluta che fa della versatilità e della compatibilità con i nuovi formati audio, Dolby Atmos e DTS:X, i suoi punti di forza. Accompagnata da un subwoofer collegato in wireless, si propone come un pratico ed apprezzabile sostituto del classico impianto stereo o multicanale

Soundbar: qualche anno fa alla domanda su che cosa fosse, in pochi erano in grado di dare la risposta. Quei pochi spiegavano che si trattava di un dispositivo con ingombro ridotto, concepito per sostituire un impianto audio tradizionale anche se, aggiungevano il più delle volte, con prestazioni assai inferiori.

Senonché, nel volgere di poco tempo per le soundbar sono cambiate molte cose, sia per quanto riguarda la loro percezione, trattandosi di un prodotto ormai molto conosciuto, sia per le prestazioni offerte.

SONY-HT-XF9000

Nessun filo fra la soundbar ed il subwoofer, la connessione avviene in wireless all’accensione del primo dispositivo.

Questi dispositivi, infatti, pur avendo mantenuto la loro grande facilità di collocamento e di utilizzo, hanno incrementato progressivamente la propria resa sonora tanto che i modelli più performanti, come la Sony HT-XF9000 da noi testata, rappresentano oggi un’autentica alternativa ad un impianto stereo o multicanale tradizionale.

Il colosso giapponese è fra quelli che hanno più creduto nelle soundbar e ha maturato una consolidata esperienza nella loro realizzazione. Aspetto, quest’ultimo, non di poco conto poiché si tratta di stipare in uno spazio ristretto sia gli altoparlanti che la sezione d’amplificazione unita a quella deputata alla connettività.

Per il recente modello HT-XF9000, poi, Sony ha optato per l’abbinamento di un subwoofer separato che lavora in simbiosi con la soundbar (entrambi con un’elegante livrea nera) attraverso un collegamento wireless che si attiva non appena questa viene accesa.

SONY-HT-XF9000

L’area della connettività fisica è situata in una rientranza del profilo posteriore: sopra, le due
prese HDMI (l’ingresso e l’out per la tv); sotto, la presa USB e gli ingressi analogico e ottico.

Una scelta che, se vogliamo, non tradisce la filosofia di questo genere di dispositivi, che fanno del poco ingombro e della facilità d’utilizzo la loro bandiera. Va ricordato, infatti, che le frequenze più basse non sono direzionali e quindi il sub può essere collocato a piacimento nell’area d’ascolto.

SONY-HT-XF9000

Il dettaglio dei pochi indicatori e tasti di controllo posizionati al centro della parte superiore della soundbar.

La Soundbar ha una larghezza di 93 centimetri (o lunghezza, fate voi) il che, considerata l’altezza di nemmeno 6 centimetri, la rende perfettamente collocabile sotto uno schermo piatto di media/ grande dimensione. L’installazione avviene con grande semplicità, utilizzando i connettori nascosti in una rientranza posteriore. In particolare, ci sono gli ingressi ottico e analogico ed una presa USB alla quale collegare direttamente un device contenente materiale audio (chiavette, hard disk, ecc…).

Un autentico valore aggiunto è poi il doppio alloggiamento per i cavi HDMI, il primo in ingresso e deputato ad accogliere lo streaming proveniente da un player audio-video. La seconda presa HDMI serve invece ad inviare il segnale alla tv – compreso quello 4K nelle sue declinazioni HDR10, Dolby Vision e HLG – dopo averne prelevato per la riproduzione la componente audio.

Ma in questo caso, qualora il televisore sia dotato di funzionalità ARC, il collegamento diviene bidirezionale poiché, ad esempio, lungo il cavo HDMI può viaggiare in direzione della soundbar il sonoro proveniente da una trasmissione riprodotta dalla tv.

Visto che stiamo parlando di un prodotto Sony, va ricordato che è prevista pure la possibilità di collegarsi senza fili ai televisori BRAVIA compatibili con Bluetooth A2DP (acronimo di Advanced Audio Distribution Profile). Il Bluetooth, appunto.

C’è da sottolineare che in questa modalità diventa semplicissimo riprodurre la musica contenuta nel nostro smartphone o tablet dopo aver effettuato il pairing fra la soundbar ed i dispositivi. A facilitare la configurazione ed il controllo del modello HT-XF9000 c’è il telecomando in dotazione, mediante il quale è fra l’altro possibile visualizzare sullo schermo della tv il menu, molto articolato, del dispositivo.

SONY-HT-XF9000

Interno della soundbar Sony: nell’immagine in basso sono visibili i due speaker conici “Full Range” 40×100 mm

“Last but non least”, la compatibilità di questa soundbar non soltanto con le più diffuse codifiche multicanale ma anche con le ultime arrivate ed ultraperformanti Dolby Atmos e DTS:X. Ovviamente nel caso di tracce audio multicanale il segnale viene rielaborato all’interno e poi inviato ai due altoparlanti ed al subwoofer per ricreare, con notevole efficacia, il caratteristico effetto di circondamento.

Al riguardo, l’ HT-XF9000 permette pure di aggiungere nel suono una componente verticale, così come avviene nel Dolby Atmos, premendo l’apposito tasto sul telecomando. Infine, a disposizione dell’ascoltatore ci sono cinque diverse opzioni di riproduzione a seconda della tipologia del contenuto audio.

Si tratta della modalità Cinema, indicata per i film, della modalità Game Studio, creata dagli sviluppatori di Playstation per i giochi, della modalità Sport, per gli avvenimenti agonistici. Ed ancora, sono disponibili una modalità Musica e quella News, concepita per offrire dialoghi nitidi.


LA PROVA D’USO

SONY-HT-XF9000

Il telecomando, ben fatto
e con tasti molteplici,
permette un agevole
controllo di tutte le funzioni
della soundbar.

La pigrizia, si sa, è una virtù che non si perde occasione per esercitare. E così, la prima cosa che abbiamo fatto una volta resa operativa la soundbar di Sony (operazione da 5 minuti) è stato prendere il nostro smartphone e collegarlo in modalità Bluetooth.

Idea, peraltro, nient’affatto sbagliata visto che la HT-XF9000 ha dimostrato di cavarsela egregiamente anche nello streaming di mp3 dalla provenienza più disparata. Buona resa, senza distorsioni, sulle frequenze alte, voci chiare e distinguibili. E sui bassi, dove non arriva la soundbar ci pensa il sub ad aggiungere un po’ d’impatto.

Il suono acquista poi in corposità, considerato il formato più nobile, se ad essere riprodotto è un file Wav a due canali, nel caso in questione il “Miserere” di Bocelli e “Don’t Give Up” di Peter Gabriel via USB.

Il meglio ce lo siamo però riservati alla fine con le tracce multicanale, che poi dovrebbero essere la vera “mission” per una soundbar che immaginiamo preferibilmente collocata sotto grandi televisori con la possibilità di sfruttarne i 300 Watt complessivi di potenza.

Ebbene, la resa con la recente edizione 4K (audio italiano Dolby Digital) di “Matrix” è stata notevole con completa immersione sonora nell’azione e una simulazione surround davvero efficace. Stesso discorso per la celebre scena dello sbarco in Normandia di “Salvate il Soldato Ryan” dove il rumore delle pallottole che colpiscono le superficie metalliche è di un realismo impressionante.

Infine, per quanto riguarda l’effetto vertical surround, lo abbiamo avvertito solo in talune situazioni, anche se il dubbio è che il risultato dipenda molto dal mixaggio originale della traccia sonora.

SONY-HT-XF9000

I contenuti audio di uno smartphone possono essere riprodotti facilmente grazie al collegamento Bluetooth.


IL TEST IN BREVE

ESTETICA 7,5

Livrea nera per il sub e la soundbar, quest’ultima elegante e facilmente collocabile sotto la tv.

COSTRUZIONE 8

Disposizione molto curata con gli speaker isolati alle estremità ed al centro circuiti e schede di connessione.

VERSATILITÀ 9

Difficile chiedere di più con la gestione omnicomprensiva dei formati audio ed il “pass” tramite HDMI dei formati video.

PRESTAZIONI 8

Audio stereo o multicanale, la HT-XF9000 suona bene, molto bene pensando alle soundbar di qualche anno fa.

RAPPORTO Q/P 7

Cinquecento euro non sono pochi ma la differenza con le soundbar più economiche esiste e si sente.

PRO

Potente e versatile, HDMI in/out, Streaming bluetooth

CONTRO

Manca il cavo HDMI, Effetti “vertical” un po’ deboli


SONY-HT-XF9000

CARATTERISTICHE DICHIARATE

Speaker 2.1 canali
Potenza uscita 300 W (totale)
Connettività 2 HDMI (ARC), USB, Bluetooth, in ottico e analogico
Compatibilità HDMI 4K, HDR, Dolby Vision, HLG, HDCP 2.2
Formati audio HDMI Dolby Digital, Dolby TrueHD, Dolby Atmos, DTS, DTS-HD Master Audio, DTS:X, LPCM; Ottico: Dolby Digital, DTS, LPCM; USB: Wav, Flac, AAC, mp3, WMA
Consumo soundbar 38W, subwoofer 20W
Dimensioni (lxaxp) 930x58x85 mm
Dimensioni subwoofer 190x382x387 mm
Peso 2,5 kg (subwoofer 7,8 kg)


SONY HT-XF9000 / Soundbar 2.1 / € 500,00

Costruttore: Sony, Giappone
Distributore: Sony Italia – Tel. 02/69682104 – www.sony.it