IMMAGINI SENSAZIONALI CON LA MAGIA DI THE WALL

14 Ottobre 2021
IMMAGINI SENSAZIONALI CON LA MAGIA DI THE WALL
Attualità
0

Qualità dell’immagine senza confronto con la possibilità di dimensionare a piacimento la superficie dello schermo: lo sviluppo della tecnologia basata sui MicroLED permette di portare la riproduzione video a nuovi livelli d’eccellenza


I rivoluzionari display Samsung distribuiti in Italia da Gammalta Group


Era l’inizio del 2019 quando Samsung, in occasione del Consumer Electronic Show di Las Vegas, mostrò quello che non si poteva definire semplicemente come un televisore innovativo perché in realtà rappresentava un autentico pezzo di futuro della riproduzione video. E pazienza se poi gli sconquassi della pandemia hanno rallentato l’arrivo sul mercato dei nuovi display basati sulla rivoluzionaria tecnologia dei MicroLED, perché il momento della commercializzazione è finalmente arrivato come testimonia il sito www.luxury-tv.it creato da Gammalta Group, il distributore italiano dei Samsung Luxury Products per la custom installation.

La gamma in questione si chiama “The Wall” e viene definita come “l’avanguardia di una nuova generazione di display, che regala un’esperienza autentica e unica. Qualità dell’immagine senza confronto, struttura su misura: concepito per esaltare i dettagli, The Wall trasforma ogni ambiente in pura suggestione. Ispirato all’emozione. Destinato alla grandezza”. Per capire il fondamento tecnologico di un tale risultato occorre fare un passo indietro, appunto fino all’evento di Las Vegas quando Samsung fornì preziosi dettagli sul lavoro svolto dai suoi ingegneri e progettisti.

La tecnologia MicroLED permette la massima libertà relativamente alle dimensioni e alla forma dello schermo.

IL FUNZIONAMENTO DEI MICROLED

Alla base di tutto c’è la straordinaria qualità riproduttiva garantita dai MicroLED. Il pannello, infatti, è costituito da una miriade di micro LED gestiti singolarmente. Ciascuno di essi è capace di creare immagini con una notevolissima luminosità di picco (ottima, ad esempio, in modalità HDR), unita ad un contrasto praticamente infinito, quest’ultima caratteristica co mune agli schermi OLED. Ma a differenza di quest’ultimi, nel caso delle tv MicroLED ogni pixel è inorganico, il che ne garantisce una durata stimabile in vari decenni. Ma nel caso dei MicroLED il salto nel futuro della riproduzione video è addirittura duplice.

L’ulteriore elemento di forte innovazione sta nel fatto che il display può essere assemblato a piacimento! Samsung ha infatti stipato i suoi MicroLED in piccole “mattonelle” quadrate che possono essere unite fra di loro grazie a un semplice meccanismo ad incastro dando vita a un pannello con dimensioni a piacere dell’utente. Se vogliamo, una sorta di Lego applicato alla massima qualità visiva, con il confine fra le varie mattonelle a schermo acceso che è assolutamente inavvertibile mentre non si può fare a meno di notare l’eccezionalità delle immagini riprodotte.

Dallo stupore per il debutto nel Consumer Electronic Show si è ora passati, come detto, alla concretezza dell’esordio commerciale. Oltre che offrire le soluzioni “su misura” facenti parte della gamma The Wall, puntualmente proposte da Gammalta nel nostro Paese, Samsung sta standardizzando alcuni tagli specifici per i display MicroLED in modo da allargare ulteriormente l’offerta di questa tecnologia innovativa che si propone di scalzare l’OLED dal trono qualitativo della riproduzione video.

IL TELEVISORE DA 110 POLLICI

Il primo modello immesso sul mercato, a inizio anno, è stato quello dotato di uno schermo da 110 pollici con il quale Samsung offre per la prima volta l’esperienza MicroLED sotto forma di TV tradizionale. A differenza della versione modulare di cui sopra, l’installazione e la calibrazione sono semplificate, dato che il nuovo modello “è preconfigurato e offre out of the box straordinari video, audio e funzionalità smart”. In particolare, il televisore da 110” grazie alla tecnologia MicroLED elimina la retroilluminazione e i filtri colorati utilizzati nei display convenzionali perché è autoemissivo in quanto produce luce e colore dalle proprie strutture di pixel. Dotato di risoluzione 4K esprime il 100% della gamma di colori DCI e Adobe RGB…

L’articolo completo è disponibile su HC #92. Abbonati subito >>>