Rotel Serie 15: la famiglia si aggiorna

18 Aprile 2015
Rotel Serie 15: la famiglia si aggiorna
Ampli & DAC
0

Un preamplificatore, un finale e un network streamer ampliano la Serie 15 di Rotel, tra le più apprezzate nel settore audiophile dagli appassionati.

Ad affiancarsi ai prodotti già a catalogo della Serie 15 arrivano tre nuovi modelli con aggiornamenti tecnici e prestazioni sempre più esaltanti: si tratta del preamplificatore RC-1590, del grosso finale RB-1590 e del sintonizzatore/streamer, RT-1570.

Rotel_RC1590Front_lowIl primo (foto qui sopra) presenta un convertitore D/A a 32bit/768KHz Asahi Kasei e modulo Bluetooth aptX interno ed è dotato di una circuitazione minimalista con componenti selezionati, condensatori BHC compresi. L’alimentazione è sdoppiata (una per la sezione analogica e una per quella digitale) e impiega trasformatori toroidali, con circuiti di regolazione separati e condensatori slit-foil custom. Lo sviluppo degli stadi analogici/digitali è stata oggetto di grandi studi da parte del team di progettisti, con squadre di lavoro separate di ingegneri, che hanno poi unito i loro sforzi attraverso lunghe sessioni di ascolto. Gli ingressi analogici realizzati con elementi a basso rumore comprendono anche uno stadio phono solo MM, mentre i digitali utilizzano un DAC Asahi Kasei 34 bit/768 kHz con decodifiche PCM e DSD. Tra gli ingressi digitali figurano una porta USB frontale per Apple e una asincrona tipo B (24 bit/192 kHz e DSD), oltre a tre ingressi ottici e tre coassiali. La regolazione del volume è affidata ad un chip Texas Instruments di grande precisione, ed è presente una porta ethernet attraverso la quale poter controllare RC-1590 e aggiornare il firmware. Presenti infine un ingresso RS-232 e trigger out, oltra ad un’uscita cuffia frontale da 3,5mm.

Rotel_RB1590-RetexturedFlat_lowL’RB-1590 (foto) è invece un finale di potenza stereo da 350+350W RMS su 8 ohm (Classe A/B), dalle dimensioni imponenti. A testimonianza della bontà progettuale e delle reali potenzialità dell’apparecchio troviamo la configurazione dual mono – con trasformatori toroidali doppi – e accensione a relè per allungare la vita dell’apparecchio. Condensatori di filtro Slit-Foil BHC da 80000μF, ingressi bilanciati XLR o sbilanciati RCA con doppi binding-post e stadi d’uscita ad alta corrente con protezione termica e da cortocircuito/sovratensione completano il quadro elettrico da riferimento.

Rotel_RT1570-StraightFront_low

Rotel_RT1570-StraightBack_lowInfine ecco l’RT-1570 (nelle foto, fronte e retro), sintonizzatore del terzo millennio con sezioni FM/DAB+, radio internet con 90 memorie (oltre a ingresso USB frontale per collegamento iPod/iPhone), ingresso ethernet e adattatore wireless in dotazione con streaming da PC o Mac collegati in rete fino a 24bit/96KHz. La sezione di decdifica D/A è affidata in questo caso a un chip Wolfson con stadi d’uscita separati per analogico e digitale e sezioni di alimentazione con componentistica selezionata e separate per lo stadio analogico e digitale. Uscite a disposizione digitale e analogica, ingresso USB frontale per collegamento iPod/iPhone con dati visualizzati sul display frontale.

Tra non molto (giugno), dovrebbe arrivare anche un nuovo processore HT, RSP-1582 (nella foto di apertura), che rappresenta il frutto di due lunghi anni di ricerca/test su vari fronti e che è stato completamente riprogettato da zero rispetto al predecessore. Al suo interno trovano posto sei convertitori Wolfson WM8740 24bit/192kHz, scelti per tirare fuori ogni dettaglio da tutti i formati audio. L’audio multicanale è elaborato da un chip DSP Texas Instruments Aureus TMS320DA808, e prevede la possibilità di effettuare aggiornamenti software tramite porta USB o rete Ethernet. Notevoli, infine, le potenzialità operative, con ben 8 ingressi HDMI (controllati da un processore Silicon Image Sil9573 2K/4K) e ingressi analogici con funzione “bypass” per lasciare il segnale più diretto e pulito possibile.

www.audiogamma.it