STREAMING LIBERA TUTTI

14 Ottobre 2021
STREAMING LIBERA TUTTI
Attualità
0

La nuova interfaccia grafica RTi Music e l’MS-3 Music Streamer liberano la nostra libertà. Niente più conflitti in famiglia: grazie ai tre flussi di streaming indipendenti, ciascuno potrà scegliere – senza interferire con gli altri – il genere musicale che preferisce. E magari condividerlo in multiroom


La nuova interfaccia RTi Music e lo streamer a tre fl ussi MS-3


I sistemi per streaming musicale, in genere, aiutano a scegliere: il brano, il genere, l’esecutore… La nuova app RTi Music e l’MS-3 Music Streamer, invece, aiutano per così dire a non scegliere, nel senso che i loro tre flussi di streaming indipendenti permettono ad altrettanti utilizzatori di selezionare la musica preferita senza interferire con la scelta degli altri. In famiglia non si litigherà più tra chi vuole ascoltare musica classica, chi il rock e chi il jazz acustico a 24 bit/192 kHz. Se contese e litigi sono risolti sul nascere, la facoltà di scegliere in libertà e coscienza – che poi è la vera libertà – è fatta salva, anzi è favorita e stimolata.

L’RTi MS-3 Music Streamer: sul pannello posteriore si riconoscono le coppie di uscite RCA dalle quali scaturiscono tre diversi flussi audio indipendenti. In alto, la GUI dell’applicazione RTi Music

LA APP E IL SUO COMPLEMENTO HARDWARE

I tre flussi audio possono essere alimentati da diverse sorgenti di segnale. Le fonti streaming comprendono Pandora, Spotify, iHeartRadio, SiriusXM, SiriusXM for Business, SoundMachine e TuneIn, ma l’elenco è destinato ad allungarsi; l’interfaccia AirPlay permette altresì lo streaming da Apple e Amazon Music. Anche grazie alle tre opzioni d’ascolto Play Now, Play Later e Play Soon, l’utilizzatore può creare rapidamente e facilmente – “al volo”, dice RTi – la propria scaletta musicale, integrandola eventualmente con brani prelevati da dispositivi locali. Le possibilità di scelta diventano praticamente illimitate.

La app RTi Music ha nell’MS- 3 Music Streamer il suo complemento hardware. Si tratta di un dispositivo auto-configurabile che permette di creare playlist da qualsivoglia piattaforma e dà accesso a tutte le funzioni Spotify; l’MS-3 consente anche di attingere ai file depositati su NAS locali o su PC, espandendo il range anche ai formati lossless FLAC e ALAC.

RTI Music ha una GUI semplice ed estremamente curata nella grafica, fatta apposta per favorire anche gli utilizzatori meno esperti: le funzioni principali (RTi Music 1/2/3, sicurezza, clima, luci…) e il controllo del volume si trovano nella colonna di sinistra, i brani selezionati e i pulsanti play, stop e search al centro, le stazioni disponibili a destra, insieme ai pulsanti Play Now, Play Next, Add to Queue e Replace & Play. La qualità audio è garantita dal supporto dei file hires a 24 bit/192 kHz nonché, oltre ai già menzionati FLAC e ALAC, dei formati MP3 e MP4, AAC, OGG Vorbis e WMA. L’MS-3, come accennato, si configura da sé: è sufficiente includerlo nella piattaforma RTI Integration Designer. Il Music Streamer può essere gestito mediante qualsiasi telecomando, touch panel e keypad RTI, oppure attraverso smartphone e tablet iOS/Android.

MULTIROOM E AUTOMAZIONE DOMESTICA

Se utilizzato insieme al processore XP-8v, a uno switch di rete e a un distributore di segnale come l’AD-4x/8x/16x, lo streamer MS-3 può essere impiegato anche in chiave multiroom per creare un “ecosistema musicale” – così lo definisce la RTI – che distribuisce la musica in 4, 8, fino a 16 zone della casa…

L’articolo completo è disponibile su HC #92. Abbonati subito >>>