Tra il classico e il moderno – Arcam serie HDA: CDS50, SA10, SA20

8 Dicembre 2018
Tra il classico e il moderno – Arcam serie HDA: CDS50, SA10, SA20
Amplificazione
0

Arcam aggiunge una nuova linea di prodotti a quelli già esistenti in listino: la HDA porta con sé nuovi contenuti e nuovi modi di gestire la propria musica anche se (apparentemente!) lo stile e le funzioni sembrano essere molto classici


Produttore Arcam – UK

Distributore MPI Electronic – Tel. 02.9361101 – www.mpielectronic.com


Ad un primo sguardo i tre nuovi HDA possono essere scambiati per prodotti come tanti altri, complice anche il design tipico di Arcam che non “strilla” mai e rimane sempre molto classico e soft per scelta e tradizione. Anche le loro caratteristiche principali sembrano essere allineate nel solco della tradizione: un lettore CD e una coppia di amplificatori integrati.

I primi segnali di qualcosa in realtà arrivano già dalla spiegazione dell’acronimo della stessa sigla: HDA, ovvero High Definition Audio.

Quindi si parla di audio in HD e, a questo punto, una indagine più approfondita è d’obbligo per verificare se e come questi prodotti possono combinarsi con i file audio in alta risoluzione sempre più popolari e sempre più apprezzati.

In realtà la modernità di questi tre prodotti arriva anche (e soprattutto) da un altro elemento: la presenza della porta Ethernet e con essa la possibilità di essere presenti in una rete locale così da poter gestire il flusso di file audio ad essa legati.

Quindi, audio in HD e gestione della rete locale: i tre dall’apparenza tanto classica stanno iniziando a dimostrare una modernità elevata, da perfetta macchina dei tempi attuali.

CDS50

La doppia “anima” della serie HDA, e del CDS50 in particolare, si rivela in modo netto quando osserviamo con attenzione il pannello posteriore, quello che ci rivela le connessioni e le funzionalità e caratteristiche ad esse legate. Porta Ethernet 10/100Mbps, come detto, che è comune anche ai due amplificatori: ad essa si affianca anche la antenna dedicata. Ingresso USB 2.0 tipo A (quello piatto) per collegare flash-memory e da qui riprodurre file audio in HD fino a 24bit/192kHz, lo stesso bit-rate di Ethernet, Wi-Fi e ingressi digitali.

A gestire il flusso digitale è il DAC con chip ESS9038 32bit/192kHz Delta-Sigma. In ingresso e uscita la coppia digitale in formato ottico e coassiale; per le connessioni in analogico la presenza della classica RCA e la più nobile XLR.

La meccanica di lettura è compatibile sia con CD che con SACD.

SA10 E SA20

Abbastanza simili tra di loro i due amplificatori integrati, l’SA10 e l’SA20: di fatto distinguibili solo per la sigla del modello. Simile è anche la dotazione di connessioni, con la sostanziale differenza di connettori per gli altoparlanti più grandi e dalla struttura migliore per l’SA20.

Per il resto la sovrapposizione è totale: Ethernet (ma qui manca la connessione Wi-Fi vista sul CDS50); RS-232 USB 20.0 tipo A; doppio ingresso coassiale e uno ottico; tre ingressi linea, un ingresso phono MM e un pre-out linea per collegare ulteriori finali di potenza e realizzare un sistema di bi-amplificazione in modo semplice e diretto.

Anche per i due SA10 e SA20 valgono le stesse note per quanto riguarda la gestione di file audio in alta risoluzione e la presenza a bordo dello stesso DAC ESS9038 del lettore CD. L’altra sostanziale differenza tra i due amplificatori è la diversa sezione di potenza utilizzata: una più tradizionale Classe AB da 50/85 watt 8/4 ohm per l’SA10, una più raffinata mista Classe G/Classe A da 90/150 watt 8/4 ohm per l’SA20.

Il telecomando in dotazione ai tre modelli è una unità evoluta che può essere programmato per utilizzare l’amplificatore in rete: ad esempio è possibile gestire Zona 1 e Zona 2 di ascolto. Una nuova serie con la qualità audio tipica di Arcam ed elementi di home automation, per poter creare facilmente una piccola rete locale per distribuire musica in casa.

L’articolo completo è disponibile su HC #81 in edicola  o su abbonamento >>>