Yamaha YAS-209 – Soundbar 2.1 – Sotto controllo con Alexa

15 Dicembre 2019
Yamaha YAS-209 – Soundbar 2.1 – Sotto controllo con Alexa
Diffusori e Soundbar
0

Yamaha aggiunge un nuovo modello fra le sue soundbar di fascia alta, caratterizzato anch’esso dal subwoofer separato. E YAS-209 offre una sinergia totale con il sempre più popolare sistema di controllo vocale di Amazon


COSTRUTTORE Yamaha, Giappone
DISTRIBUTORE Yamaha Italia – www.it.yamaha.com


PRO
• Impatto audio
• Connettività Alexa
CONTRO
• Manca il cavo HDMI
• Poco adatta per i generi musicali più classici


La soundbar è il componente più “giovane” entrato a far parte della famiglia di componenti con cui si può allestire un impianto audio-video domestico. Sono quindi pochi i marchi che possono vantare un’apprezzabile storia di modelli affermati in una tipologia di prodotto peraltro caratterizzata da un’estrema varietà di prezzi, dagli esemplari entry-level persino al di sotto dei 100 euro a quelli top che possono superare i 500 e salire ancora parecchio.

Yamaha è senz’altro uno di questi marchi, e la sua offerta di soundbar qualitative si adegua continuamente in virtù degli sviluppi tecnologici e con occhio attento ai trend di mercato. Proprio nell’ottica delle più recenti esigenze degli utenti, il modello YAS-209 rappresenta un’evoluzione significativa perché integra Amazon Alexa, ovvero quello che sta diventando rapidamente il più diffuso sistema vocale di controllo dei dispositivi domestici sfruttando ovviamente la forza d’urto del suo produttore. Da notare come l’integrazione di Alexa nella soundbar sia totale, nel senso che per utilizzare la funzionalità non serve il telecomando perché i due microfoni per la ricezione dei comandi sono posizionati all’interno del dispositivo stesso. Ancor prima di essere accesa, l’YAS-209 soddisfa l’occhio del suo acquirente per il design curato sia della soundbar (bello il rivestimento con tessuto scuro che la rende assai meno “plasticosa” della maggioranza delle soundbar in circolazione) che del subwoofer.

Yamaha YAS-209 ha una configurazione 2.1 con soundbar e subwoofer separati per una migliore qualità di riproduzione.

Abbiamo citato il sub, e questo fa capire che ci troviamo il presenza di una configurazione separata 2.1 con collegamento in wireless fra i due dispositivi. Soluzione che Yamaha ritiene, non a torto, la più efficace per restituire la gamma più bassa dello spettro sonoro, quella indispensabile ad aggiungere impatto e realismo specie nella riproduzione delle colonne sonore dei film. Più in dettaglio, nel corpo della soundbar ci sono quattro driver da 4,6 centimetri e un tweeter a cupola da 2,5 cm, una scelta mirata a curare soprattutto la riproduzione ottimale delle frequenze medio-alte, lasciando ovviamente al subwoofer il compito di aggiungere enfasi ai suoni della gamma più bassa. In questo modo si è potuto fra l’altro limitare gli ingombri e il peso della soundbar, che non arriva al metro di lunghezza e ai tre Kg, mentre il sub, dal posizionamento variabile poiché le basse frequenze non sono direzionali, consta di un discreto cono di 16 cm per un peso di quasi 8 Kg.

La connettività della YAS-209 è più che soddisfacente. A livello fisico sono presenti due prese HDMI, una in ingresso, per acquisire i segnali provenienti da un player audio-video, l’altra in uscita (con funzionalità ARC), per inviare il segnale alla tv – compreso quello 4K nelle sue declinazioni HDR10 e HLG – dopo averne prelevato per la riproduzione la componente audio.

L’articolo completo è disponibile su HC #85 in edicola o su abbonamento >>>